giovedì 14 dicembre 2017

Schubert - Fantasia in F minor (Kissin, Levine)

Kerry Greenwood - Il re della neve (Cocaine Blues -1989)

Il vetro della portafinestra andò in mille pezzi. Gli ospiti gridarono. L'urlo di Madame St Clair, moglie dell'ambasciatore, sovrastò il clamore generale: "Ciel! Mes bijoux!".
Phryne Fisher si alzò tranquillamente in piedi e frugò nella borsetta in cerca dell'accendino.









Phryne Fisher incarna l'ideale di donna degli anni Venti, una creatura dalla forte carica sensuale, avventurosa, indipendente, spregiudicata. Non a caso si è scelta un "lavoro inadatto a una donna", quello di investigatore privato. Bella come la celebre cortigiana greca di cui porta il nome, Phryne è una delle giovani più ammirate dell'alta società londinese, ma nel contempo una delle più annoiate. Non ne può più di cenare accanto a colonnelli in pensione, ballare con giovanotti dal mento sfuggente e fare la dama di carità. Così, quando le viene chiesto di occuparsi di una strana vicenda a Melbourne, decide di improvvisarsi detective e di tornare in Australia, la patria che aveva lasciato. Non appena giunge a destinazione, si trova coinvolta in una serie di misteri in cui figurano mogli avvelenate, poliziotti corrotti, un seducente ballerino russo e un inafferrabile "re della neve".

Kerry Greenwood




https://it.wikipedia.org/wiki/Kerry_Greenwood

Andrew Sean Greer - Le confessioni di Max Tivoli (The confessions of Max Tivoli - 2004)


25 aprile 1930
Siamo tutti il grande amore di qualcuno.
Lo voglio dire, in caso io venga scoperto o non possa terminare queste pagine, in caso le mie confessioni vi turbino al punto da gettarle nel fuoco prima che io arrivi a raccontarvi d'amore e di assassinio. E come biasimarvi? Tante cose possono impedire di ascoltare il mio racconto. C'è da spiegare un cadavere. Una donna amata tre volte. Un amico tradito. E un bambino cercato a lungo. Così comincerò dalla fine, dicendovi che siamo tutti il grande amore di qualcuno.
(Traduzione: Elena Dal Pra)







RISVOLTOMax Tivoli nasce nel 1871 a settant’anni, quindi sa che morirà nel 1941 – e ha sempre sotto gli occhi la fatidica scadenza, incisa su una catenella d’oro. Siamo di fronte a un personaggio quanto meno insolito, e indimenticabile – una volta tanto questi attributi vanno presi alla lettera –, come è indimenticabile la sua voce, che rapisce fin dalle prime parole di queste Confessioni.
Chi è, o meglio che cos’è Max Tivoli? Difficile dirlo, perché in realtà «non c’è nome per quello che è», per chi, come lui, viene al mondo «dalla fine della vita». Ma che razza di maledizione è diventare giovani, sempre più giovani, col passare del tempo? Scoprire, ad esempio, il sesso con il fisico di un cinquantatreenne e l’esperienza di un castissimo diciassettenne? Se si invecchia dentro e ringiovanisce fuori, la presunta simmetria della vita, l’ordine stesso delle cose risultano invertiti. E Max è destinato a quella cosa stupida, e stupenda, che è dissipare la vita per amore. Per ben tre volte e in tre modulazioni – paterna, romantica (intorno al 1906, per una breve stagione, l’età reale e quella apparente coincidono) e filiale – avrà modo di amare, sempre invano, la donna della sua vita, che non lo riconosce mai come persona né, poiché rincorre un altro sogno, riconosce in lui la persona da amare.
Come ogni grande mostro della letteratura – da Dracula a Dorian Gray –, Max Tivoli rispecchia quel «mostro segreto» che è in noi. E le sue Confessioni, ha scritto John Updike, «hanno il fulgore della poesia e il richiamo incantatorio del dolore».



APRIL 25, 1930
We are each the love of someone's life.
I wanted to put that down in case I am discovered and unable to complete these pages, in case you become so disturbed by the facts of my confession that you throw it into the fire before I get to tell you of great love and murder. I would not blame you. So many things stand in the way of anyone ever hearing my story. There is a dead body to explain. A woman three times loved. A friend betrayed. And a boy long sought for. So I will get to the end first and tell you we are each the love of someone's life.

Andrew Sean Greer














https://it.wikipedia.org/wiki/Andrew_Sean_Greer