sabato 15 ottobre 2016

William S. Burroughs - Checca


Quando ci abitavo, alla fine degli anni Quaranta, Città del Messico aveva un milione di abitanti, l'aria pulita e frizzante e il cielo di quella speciale sfumatura d'azzurro che si intona tanto bene con gli avvoltoi volteggianti, il sangue e la sabbia: quel crudo, minaccioso spietato azzurro messicano. Città del Messico mi era piaciuta fin dal primo giorno.

Nessun commento:

Posta un commento