mercoledì 22 febbraio 2017

Bret Easton Ellis - Glamorama (Glamorama - 1999)



33 - Specks—specks all over the third panel, see?—no, that one—the second one up from the floor and I wanted to point this out to someone yesterday but a photo shoot intervened and Yaki Nakamari or whatever the hell the designer's name is—a master craftsman not—mistook me for someone else so I couldn't register the complaint, but, gentlemen—and ladies—there they are: specks, annoying, tiny specks, and they don't look accidental but like they were somehow done by a machine—so I don't want a lot of description, just the story, streamlined, no frills, the lowdown: who, what, where, when and don't leave out why, though I'm getting the distinct impression by the looks on your sorry faces that why won't get answered—now, come on, goddamnit, what's the story?

33 - Puntini - sul terzo pannello ci sono puntini dappertutto, non vedete? - no, non quello, il secondo dal basso, ieri volevo farli notare a qualcuno ma poi c'era il servizio fotografico e Yaki Nakamari o come si cazzo si chiama il designer - si fa per dire -  ma ha scambiato per qualcun altro e così non sono riuscito a farmi sentire, ma ragazzi - e ragazze - eccoli: irritanti, minuscoli puntini che non sembrano lì per caso ma fatti da qualche macchina - quindi niente stronzate, solo la storia, nuda e cruda, senza fronzoli, solo fatti: chi, che cosa, dove, quando e non dimentichiamo il perchè, anche se a giudicare dalle vostre brutte facce ho la netta impressione che il perchè non avrà risposta - dunque allora, si può sapere cosa succede?
(trad. Katia Bagnoli)

Nessun commento:

Posta un commento