mercoledì 28 giugno 2017

Fruttero & Lucentini - A che punto è la notte (1979)


La vecchia Volkswagen color crema del venditore di matite era parcheggiata a metà di via dei Rododendri. Fittamente incollati sugli sportelli, sui parafanghi, sui vetri dei finestrini posteriori, striscioni, etichette e bandierine dicevano: "Jucca, la matita supermatita" oppure, "Provate a consumarmi!" e anche "Jucca, la matita con la parrucca". Sopra quest'ultimo slogan si vedeva una matita con appesa in cima una parrucca gialla, rossa e verde. Il sedile posteriore della Volkswagen era pieno fino al soffitto di matite Jucca e anche accanto al posto di guida ce n'erano quattro uno sull'altro, legati da un grosso spago, sopra i quali stava appoggiato un megafono con la scritta trasversale "Jucca, la matita giovane".

Nessun commento:

Posta un commento